Edifici Scolastici – Milano

Il Nuovo Codice Appalti è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del19 aprile 2016 come Decreto Legislativo 50/2016ed è in vigore dal momento della sua pubblicazione.

Esso attua le direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.

L’art. 23, comma 1, lettera h) afferma:

La progettazione in materia di lavori pubblici si articola, secondo tre livelli di successivi approfondimenti tecnici, in progetto di fattibilità tecnica ed economica, progetto definitivo e progetto esecutivo ed è intesa ad assicurare:

[…] h) la razionalizzazione delle attività di progettazione e delle connesse verifiche attraverso il progressivo uso di metodi e strumenti elettronici specifici quali quelli di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture;

In questo contesto le pubbliche amministrazioni hanno iniziato ad inserire nei bandi di gara per edifici pubblici requisiti di progettazione in modalità BIM, che, seppur non ancora a carattere obbligatorio, costituiscono elemento premiante nella valutazione delle competenze tecniche dei concorrenti.

Tekser ha partecipato ad alcune gare per la realizzazione di edifici scolastici bandite dal Comune di Milano, realizzando il progetto definitivo degli impianti in modalità BIM.